Graziella Pepe

Si diploma in scenografia all’Accademia di Belle Arti di Napoli nel 2007 e comincia a lavorare in teatro come assistente alla regia per lo spettacolo Troia’s Discount di Ricci/Forte. Nel 2009 consegue la specializzazione in arti visive e discipline dello spettacolo e firma scene e costumi dello spettacolo Risveglio di Primavera, regia di Tommaso Tuzzoli.
Per la stagione 2010/2011 collabora come scenografa e costumista al progetto Fondamentalismo diretto da Antonio Latella al Nuovo Teatro Nuovo di Napoli, dove lavora con MK, Linda Dalisi, Tommaso Tuzzoli e Paula Diogo.
E’ socia fondatrice della compagnia stabilemobile di Antonio Latella per la quale firma scene e costumi di Elettra, Oreste e Ifigenia in Tauride e Peer Gynt (coprodotti dalla compagnia e dal Teatro Staryj Dom di Novosibirsk RU), Francamente me ne infischio, A. H., Faust Diesis e come costumista lavora a Die Nacht kurz vor den Wäldern, Caro George e MA.
Nel 2014 firma i costumi di Un Brutto Anatroccolo (prod. I Teatrini).
Sempre con Latella firma i costumi di Ti regalo la mia morte, Veronika (prod. ERT) e L’IMPORTANZA DI ESSERE EARNEST (prod. Teatro Stabile dell’Umbria) entrambi del 2015.
Nel 2016 firma l’allestimento e i costumi di Santa Estasi. Atridi: otto ritratti di Famiglia, spettacolo conclusivo del corso di Alta Formazione per Attori di Ert, diretto da Antonio Latella.
Per lo stesso firma nel 2017 i costumi di Pinocchio, prodotto dal Piccolo Teatro di Milano e La Cenerentola di Gioacchino Rossini prodotto da Theater Basel, nel 2018 Aminta prodotto da StabileMobile e nel 2019 Dante/Pasolini: una divina commedia al Residenztheater di Monaco di Baviera e l’Isola del pappagalli con Bonaventura prigioniero degli antropofagi allo Stabile di Torino.
Tra il 2018 e il 2019 ha collaborato inoltre con l’Accademia D’Arte Drammatica “Silvio D’Amico” di Roma, con Leonardo Lidi e con Leonardo Manzan alla Biennale di Venezia.