Linda Dalisi

Dopo l’incontro con Leo de Berardinis nel 1999 si trasferisce a Bologna dove diventa volontaria nel suo teatro. Dal 2002 come assistente alla regia lavora con Pierpaolo Sepe, Monica Nappo, Renato Carpentieri. Dal 2007 collabora con la rivista Hystrio. Ha pubblicato per Dante&Descartes Messa in scena della mafia, saggio su Cani di bancata di Emma Dante. Nella stagione 2010-11 è drammaturga al Nuovo Teatro Nuovo di Napoli; per la regia di Latella firma [H] L_DOPA (2010), Don Giovanni, a cenar teco (2011), Francamente me ne infischio (con Federico Bellini e lo stesso Latella) e C’è del pianto in queste lacrime (2012) e firma regia e drammaturgia di Misfit like a clown. Dal 2011 conduce un laboratorio per non attori provenienti da vari paesi del mondo, con cui realizza gli spettacoli Poi piovve la città, Dopo cento giravolte, Che terra è questa e recentemente Se una notte di mezza estate i Bottom Brothers. Nel 2012 firma regia e drammaturga di Mentre d’intorno infuria il mondo, nel 2013 Il silenzio della ragione da Anna Maria Ortese per il Teatro Stabile di Napoli.